3008
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-3008,stockholm-core-2.4,select-theme-ver-9.6.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-7.7,vc_responsive

Valle Cervo nel cuore

 

tratto da Torneranno le api

Valle Cervo nel cuore
che sei vivo stupore
tra muri a secco
e antiche mulattiere
Città di pietra e vento
lavoro e storie vere
di genti per il mondo
a costruire vita
mia Valle Cervo bella
impervia e preferita!
Rosazza ancora sorge sulla platea del mondo
Misteri e scale eterne e rose di pietra
per storie straordinarie
e un “Libro Cimitero”
più immenso di ogni vero.
Piedicavallo e nevi e abeti e strade arcane
Valle cervo nel cuore
e nel cuore come il presente certo rimane.

Valle Cervo

Nota sul Cimitero monumentale di Rosazza
Il cimitero originale si trovava dove attualmente sorge la chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Pietro e Giorgio, costruita tra il 1876 ed il 1880.
Dovendosi erigere una nuova chiesa, fu deciso di spostare il cimitero, costruito da Federico Rosazza Pistolet, più a sud, sulla riva destra del torrente Cervo, a fianco di regione Fornaca.
Sul Torrente Cervo fu un ponte a tre arcate. L’ingresso al cimitero presenta decorazioni a losanga, un arco a due colori e un portale di legno.
All’interno il camposanto si articola su quattro livelli collegati da una scala monumentale.

© Stefano Mantovani Coppola

Valle Cervo, 2020

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi