2041
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2041,stockholm-core-1.2.2,select-theme-ver-5.3,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.5.0,vc_responsive

Un albero

 

tratto da Essenze di gioia

Ero un albero, ieri notte.
E lo spirito vitale del vento scuoteva i miei rami senza tregua
rivitalizzando i miei sogni.
Forte e tenace come mai, con le radici diramate nella madre mia terra,
osservavo voi uomini passare al mio cospetto,
con le vostre speranze, con le vostre apatie,
con la vostra voglia di giocare con la vita ed il progresso.
Cessò il vento e scese la neve.
Come amo la neve
che su di me porta silenzio e candore.
Come amo la neve che attutisce i suoni del mondo
ed eleva le mie preghiere ad un senso superiore.
Come amo quel magico abito bianco, che poi la luce sciolse.
Ma che mai io scordai!
Io, albero dell’amore, non capisco perché gli esseri umani,
che dicono di essere così intelligenti,
ripudiano la terra, trattandola con noncuranza
e scarso senso del rispetto…
ma non potranno mai insudiciare il mio cuore,
la mia essenza vitale, le mie preghiere a Dio,
che il vento porterà, tramite le foglie che possiedo,
al cielo infinito.

un albero

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. <br>Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi