1966
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1966,stockholm-core-2.1.8,select-theme-ver-7.7,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Luce

 

da La formica e la luna

Luce, Luce, Luce,
mi abbevererò di Luce
affinché possa io comprendere
i limiti dell’umana follia

 

Luce, Luce, ancora Luce
conquisterà il mio sangue, Luce,
affinché possa io assaporare
la fanciullesca meraviglia
di piccole cose quotidiane.

 

E Luce avrò, per potermi slegare i sensi
dalle sanguinose spine
dell’insidiosa amata vita
e me stesso
tramutare
in Luce.

Luce

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. <br>Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi