2668
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2668,stockholm-core-2.4,select-theme-ver-9.6.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-7.6,vc_responsive

Figlio

 

da Torneranno le api

 

Figli di umiltà e consapevolezza
di luce, figlio e di diplomazia
figlio diretto al Verbo e anche poi radice
e poi sentiero, per nuovo (di consapevolezza) endocardio.
Figlio di speranza e mai di guerra
e poi figlio di mare e mangrovia a dissalare…
E di carta e di alberi, figlio!
Instabile e puro come neve sui rami
a pulire ancora arie ed inverni!
Figlio di foglie e faglie e di altri figli
per essere spesso genitore di se stesso
e se stesso generare in fertili stagioni,
figlio degli anni che passano, colibrì e cobalto
di un altro cagnolino
che non sia mai figlio di estivo asfalto!
Foglie nel vento come figlio
a far figliare
altre parole al tempo…
al tempio. Barocoria d’amore.
Del Figlio dell’Uomo e di Dee Madri.

figlio

© Stefano Mantovani

Roasio, Gattinara, Varallo
Gennaio 2020

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi