Umiltà
1070
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1070,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

Umiltà

Figlia della terra ed ispiratrice d’antichi poeti e uomini saggi,
mi faccio calpestare, per essere più forte!
Potrai trovarmi più intensa nei monasteri antichi di montagna,
o negli sperduti eremi, dove la vita di creature sole e silenti
conduco per mano, con gioia e serenità…
Il colore che mi appartiene è il marrone del suolo,
sul quale, poi, i tuoi passi, uomo, poni.
Amica d’animali e fili d’erba e di ogni creatura, facente parte
della natura,
potrai scorgermi anche nella sabbia del deserto,
al fianco di amate piramidi millenarie.
Potrai cercarmi, pure, sciolta di neve che corre al mare
tramite la voce del silenzio!
Lasciati affascinare dalla mia essenza di poco
e sarai, certamente, più vicino al cielo.

poesia Umiltà

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo.
Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.
Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi