2830
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2830,stockholm-core-2.4,select-theme-ver-9.6.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-7.6,vc_responsive

Sospeso

 

da Rami (Adottiamo Poeti, semplicemente leggendoli)

 

Resto spesso sospeso così… tra una canzone e il mare…

appeso ad una tela di ragno, tra raggi di speranzoso maggio e utopiche convinzioni di apprezzato inchiostro.

Forse non c’è dubbio che possa render certo il cammino di un uomo…

Forse non fu appuntamento ritardato che permise agli Dei di compromettere le umane sorti…

E, mentre rifletto un’altra volta, su come rendermi più estiva la vita…

il ragno, alla cui tela mi appoggiai,

intona canzoni di fiducia,

tendendo i suoi capolavori di natura, sospesi,…

tra la mia solitudine ed un indefinito cielo.

 

sospeso

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi