2080
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2080,stockholm-core-2.1.8,select-theme-ver-7.7,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

La magia della Bessa Biellese

 

Si ringraziano Luciano Ponchione per le fotografie e Ivan Silvestri

per la collaborazione video

Note
La riserva naturale speciale della Bessa Biellese fa parte della Riserva naturale orientata delle Baragge, area naturale protetta.
Secondo un’antica leggenda, gli antichi Romani sfruttarono come schiavi gli abitanti dell’attuale territorio di biellese al fine di raccogliere l’oro presente nella Bessa. Ma venne il giorno in cui, stanchi di non essere pagati, gli schiavi iniziarono a prelevare giorno per giorno parte del raccolto d’oro. Essi fusero poi l’oro prelevato per creare una statuetta a forma di cavallo, statuetta che sarebbe ancora nascosta in mezzo alle pietraie della Bessa.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
magia Bessa Biellese

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. <br>Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi