2912
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2912,stockholm-core-2.4,select-theme-ver-9.6.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-7.6,vc_responsive

Intervista di Stefano a… Luca Stecchi

Buongiorno Luca Stecchi, grazie per avere accettato questa intervista, come
stai?
Grazie Stefano, sto molto bene. Sono reduce da un periodo di vacanza nelle meravigliose isole del golfo di Napoli, un territorio ricco di storia e di umanità.

 

Ti conosco da alcuni anni, e so della tua grande passione ed impegno per la Cultura e la Poesia, quando hai iniziato a scrivere Poesie? Di dove sei?
Per dirlo alla maniera antica dobbiamo tornare indietro a illo tempore…Nel 2015 ho fondato con alcuni amici una Associazione culturale e ne ho ricoperto la carica di Presidente per anni, il sodalizio come mission aveva fra le sue tante voci anche quella di organizzare eventi e fu proprio durante una kermesse artistica presso il Fondo Edo Tempia che ho incontrato colei che di li a poco mi avrebbe “scoperto” a livello letterario e guidato nei primi passi di questa nobile arte la dott.ssa Raffaella Amoruso

 

Luca Stecchi, parlaci della tua storia, so che sei stato Presidente di una importante Associazione a Biella…
Nella mia vita, mi sono sempre occupato di volontariato, il cosi detto terzo settore e per ben nove anni ho avuto il privilegio di presiedere associazioni culturali e turistiche.
Ho sempre puntato a creare eventi di qualità e cultura che andassero a riscoprire il territorio in cui viviamo e le sue singolarità.
Due le grandi kermesse che mi sono rimaste nel cuore: “la Notte Blu” di Biella creata nel 2012 e ripetuta nel 2013 con un afflusso di circa 3000 persone e le “passeggiate raccontate” sul percorso del vecchio tranvai di Oropa, dove in 5 edizione abbiamo raccontato la storia di questa tranvia nostrana detta anche “l’ardita di Italia “a oltre 600 persone.
Ma non posso non citare anche il mio impegno profuso negli anni come donatore prima e in seguito come dirigente dell’Avis, sia a livello Comunale che provinciale

 

Da cosa trai ispirazione per scrivere?
La mia ispirazione nasce dalla vita, quella vera e reale con le sue sfaccettature spesso tristi e duri. Non si può solo raccontare il bello ma occorre entrare nella sofferenza per creare empatia e catarsi.

 

E i tuoi Libri? So anche che hai avuto recentemente importantissime collaborazioni.
Nel corso degli anni, fra antologie e libri posso dire di vantare oltre 30 pubblicazioni.
Ho avuto la fortuna di collaborare con personaggi del mondo dello spettacolo, dalla cultura e creato anche audiolibri, forse il più celebre dedicato alla tragedia ferroviaria di Viareggio.

 

La Poesia, a mio modesto avviso, soffre di stigma plurisecolare, mentre in altre parti del Mondo è assai più valorizzata ed apprezzata, nonostante l’Italia abbia avuto ed ha Autori ed Autrici eccezionali… come mai secondo te?
Se pensiamo alla storia del nostro Paese, non possiamo non ricordare il Rinascimento, che fu un periodo storico che si sviluppò alla fine del Medioevo, credo che mai come in questo periodo ci sia bisogno di una nuova rinascita culturale, nelle mie attività legate alla cultura ne intravedo i primi bagliori.

 

A Scuola come modificheresti, o cosa aggiungeresti all’insegnamento della Poesia?
Personalmente quello che modificherei nella scuola è il rapporto con la materia, sia essa Poesia, musica o storia…
Credo che l’importante non sia sapere a memoria una poesia o una certa data storica, ma piuttosto creare un moto di pensiero che risvegli la curiosità e la voglia di sapere.
Vi è una frase bellissima che lo scrittore Edgar Allan Poe disse: “coloro che sognano di giorno, sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte”.

 

Chi sono i tuoi Autori ed Autrici preferiti?
Il mio autore preferito si chiama Stev Man, oltre a lui adoro le poesie di Alda Merini, ma anche le liriche di Samuel Taylor Coleridge e lo stesso Edgar Allan Poe, infine un grande momento di ispirazione arriva anche dalla lettura dei libri di un grande esploratore italiano Ambrogio Fogar

 

La figura del Tuo amatissimo Papà Vilmer, e le Opere a Lui dedicate, sai bene quanto mi sian gradite… vuoi dire qualcosa in merito?
Amianto è una sorta di testamento spirituale di mio papà, raccoglie in sé la sua voglia di riscatto e di quella delle tante persone che hanno subito la sua sorte avversa, le persone credo che abbiano apprezzato questa verità (che come quasi tutte le mie opere) mai hanno avuto a che fare con il mero aspetto monetario ma anzi il loro unico dna è la divulgazione

 

Luca Stecchi, Partecipi come giudice ad eventi Letterari Nazionali… Sei molto impegnato nel Sociale e nella Cultura, a Biella e non solo… cosa faresti per divulgare meglio Poesia, Arte, Cultura?
Io credo che nelle persone, ci sia questa sete di sapere, di divulgazione e di arte ma nello stesso qual modo a mio avviso è il tessuto istituzionale che in molti casi viene meno.
Purtroppo non ho le competenze per indicare una giusta ricetta correttiva se non forse quello di demandare ai singoli il coraggio di continuare a seminare e spandere coltura.

 

Il tuo ultimo Libro? (sia da te letto, che da te scritto…)
Ho la fortuna di collaborare con una grande casa editrice e di essere spesso in giuria in importanti Premi letterari e Poetici Internazionali. Facendo da giudice, vengo chiamato a leggere parecchi libri di autori emergenti e ammetto che ogni volta provo una grande emozione, farfalle nello stomaco come da ragazzo.
Nel contempo posso dire di essere particolarmente contento per il successo del mio ultimo libro “Raccolta di pensieri” una raccolta di poesie che è stata tradotta in arabo dal prof. Hafez Haidar (due volte candidato al Nobel)

 

Progetti per il futuro?
Ti ringrazio per questa domanda, sono impegnato in due grandi progetti, uno con la nota cantante e autrice Valeria Rossi (in passato più volte disco d’oro per i suoi successi musicali), nei mesi scorsi abbiamo registrato negli studi di Monza un testo che sarà una volta ultimato il video distribuito agli italiani nati in Africa.
A questo primo progetto se ne è affiancato un altro che vede la voce della nota presentatrice e insegnante Susanna Messaggio, da poco sono finite negli studi di Milano le registrazioni di una nuova raccolta che vedrà l’accompagnamento musicale di due grandi musicisti.

 

Tra i moltissimi incontri e collaborazioni straordinarie, Elisabetta Viviani, Valeria Rossi, Gilda Scalabrino, Piero Sara, e moltissimi altri personaggi notissimi, sono incontri importanti che restano…
E anche la creazione artistica di audiolibri… cosa dire in merito Luca?
Posso dire di essere una persona ricca… ma il mio tesoro è costituito da tutti gli incontri e le esperienze culturali che ho fatto in questi anni. Andando a ritroso nel tempo, mi riaffiorano alla mente ricordi meravigliosi, come l’amicizia e l’affetto che mi hanno legato al caro Omar Ronda… ma anche a personaggi del calibro di Maria Rossi e Alessandra Ierse, un viaggio che ingloba tantissimi personaggi per citarne alcuni : m Elisabetta Viviani, Gilda Scalabrino, Susanna Messaggio, Valeria Rossi, Piero Sara, Paolo Guercio, Arianna Quartesan, Sandra Ambrosini, una marea di ricordi e di pensieri ricchi di umanità e di storie di vita. Sarebbe impossibile raccontarli tutti in questo spazio, ma se vogliamo fare una analogia prendo in prestito le parole di San Paolo: “se anche parlassi le lingue degli Angeli ma non ho amore nulla mi giova”, e l’amore per la cultura al di la di ogni cosa mi ha spinto ad andare avanti cercando di crescere e migliorare.
Vedo nei progetti, negli audiolibri e in ni forma d’arte che mi vede coinvolto un momento di evoluzione.

 

Aggiungi ciò che vuoi a questa breve intervista, per la quale ti ringrazio di cuore.
La caducità della vita, ci porta inesorabilmente ad un declino, ma tanti sono gli esempi di persone che sostengono l’umanità.
Una citazione che mi ha accompagnato durante buona parte della mia vita:
“E’ la forza della vita che ti spinge ad andare avanti anche quando sei sul punto di dire basta” (Ambrogio Fogar)

©  Stefano Mantovani
Luglio 2023

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi