2846
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2846,stockholm-core-2.4,select-theme-ver-9.6.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-7.7.2,vc_responsive

L’angioletto di Matera

 

da 2051 (Rigastrocche, Poesie e canzoni)

 

Un angioletto bello del cielo di Matera
volava solamente a estate e in primavera
perché in autunno e inverno
le ali erano bagnate!

Allora in suo soccorso
belle, dolci, argentate,
vennero da oriente
dal cielo, sette fate!

Con pace e le bacchette
fecero l’incantesimo
le ali sempre asciutte
e amore e gioia al seguito.

Così quell’angioletto
poté volare sempre
sopra i mari più belli,
sopra la gente

e quando si stancava, per il troppo volare,
una sosta tra le stelle
e lo spazio… rimirare.

Io lo cercai con gli occhi, l’angioletto sereno,
ma forse sta volando
tra nubi
e arcobaleno…

 

angioletto

© Stefano Mantovani Coppola

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi