2720
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2720,stockholm-core-2.3.2,select-theme-ver-9.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.10.0,vc_responsive

Sul rogo poiché affermava che Dio è nella Natura…

 

allora mettete sul rogo anche me!

Note

Filippo Bruno nato a Nola, vicino Napoli, nel 1548 da una nobile famiglia, dimostra una propensione allo studio e un’acutissima intelligenza. Prosegue  i suoi studi filosofici, frequenta l’ordine dei domenicani e. prendendo i voti, decide di mutare il suo nome in Giordano.

Diventa ben presto un grande esperto nell’arte mnemonica e si mostra irrequieto e insofferente ai dogmi e alle costrizioni, cosa che lo porta a scontrarsi molto spesso con le autorità religiose. A meno di trent’anni abbandona l’ordine e inizia viaggiare in tutta Europa. A Venezia, viene invitato, con l’incarico di farsi istruire nell’arte della memoria, dal nobile Giovanni Mocenigo il quale, tuttavia, spaventato dalle idee coraggiose e “blasfeme” dell’ex-frate, decide di denunciarlo e consegnarlo nelle mani dell’Inquisizione.  

Nel 1593 Giordano viene trasferito a Roma dall’Inquisizione che, non riuscendo a farlo ritrattare le sue idee “eretiche”, lo condanna al rogo nel febbraio 1600, in piazza Campo dei Fiori .

Le opere di Giordano Bruno sono concentrate sulla natura,  che lo induceva ad abbracciare integralmente la vita e a disprezzare la pedanteria degli intellettuali amanti dei libri e troppo poco della concretezza dell’esistenza.

Lo stesso amore per la natura e per la vita lo conducono a nutrire un serio disprezzo per la religione cristiana, appellata come “santa asinità” e da lui considerata come un insieme di false credenze contrarie alla ragione, che inducono all’ignoranza e minano la libertà degli uomini.

La natura di cui Giordano Bruno parla non è altro che Dio, nella sua totalità e infinità, di cui gli uomini e tutto ciò che esiste non sono altro che singole componenti collegate le una alle altre.

©  Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. <br>Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.<br> Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi