1130
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1130,stockholm-core-1.0.9,select-theme-ver-5.1.6,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Donna per te

Ti picchiava ti picchiava

e diceva che t’amava

al ritorno dal lavoro

s’infuriava come un toro.

Ti picchiava ti picchiava

ma diceva che t’amava.

Son caduta dalle scale

tu dicesti alle tue amiche

e ferite dentro al cuore

quelle, mai rimarginate.

Ti picchiava ti picchiava

e diceva che t’amava

ma l’amore non ha sberle

e nemmeno pugni in viso

ma l’amore è una carezza

un pensiero condiviso

tu denuncia per favore

non rifarlo quell’errore.

Ti diceva  ti diceva ti diceva che ti amava

nel frattempo ti picchiava.

Ma l’amore è una parola sussurrata

dentro al cuore

non un livido sul volto

non rifarlo quell’errore.

Ti picchiava ti picchiava e diceva che ti amava

ma l’amore è come il mare

come un fiore come il dare

Ma l’amore non prevede

sì, l’amore non prevede

botte schiaffi pugni, offese.

Ma l’amore ma l’amore

è una piuma e il suo candore

tu denuncia

tu denuncia, tu denuncia per favore

non lasciarti derubare

del tempo tuo migliore.

 

violenza sulle donne

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo.
Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.
Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi