681
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-681,stockholm-core-1.0.9,select-theme-ver-5.1.6,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Dissero all’eremita

Dissero all’eremita:- Parlaci della gioia.-
Ed egli rispose:
– Vi affannate tanto, uomini, a cercare la gioia,
nelle vostre città, tanto caotiche e rumorose,
mentre, in realtà, prendo questo granello di sabbia
dai miei sandali e resto in silenzio, a rimirarlo.
Anch’esso è gioia.
Non è forse gioia il loto dello stagno, che galleggia
danzando sulle acque e protende il suo profumo al cielo?
E forse non è gioia il gioco del vento fra gli ulivi
e la pioggia, da cui tanto ti ripari, che bagna il canneto?
Ma la gioia più grande è di certo invisibile all’occhio umano,
essa è sorella dei sensi e compagna dell’eternità.
Impara a vivere nella quiete, uomo…
e non avrai bisogno di cercarla
poiché essa cercherà te.

© Stefano Mantovani

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo.
Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate.
Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi